La ricetta delle sfince nasce, secondo tradizione e consuetudine, ad opera di religiose. 

Le suore del Monastero delle Stimmate di San Francesco a Palermo, preparavano le loro crespelle per poi ricoprirle con miele ed onorare così San Giuseppe ogni anno il 19 marzo.

Friabile bignè fritto, senza aggiunta di lievito.  

La versione originale prevede lo strutto sia nell’impasto che per la frittura, qui invece lo proponiamo con il burro.

La ricetta studiata con la farina di maiorca Luca Crimi, garantisce un risultato straordinario, per friabilità e gusto, poiché viene raffinata  per ottenere lievitazioni e fragranze di alta pasticceria.

 

INGREDIENTI

Per circa 20 sfince

  • 150 gr farina di maiorca Luca Crimi
  • 120 gr burro La Cava
  • 300 gr acqua
  • 4     uova fresche
  • 1     pizzico di sale marino siciliano
  • Olio di semi di arachide per friggere

Farcitura

  • 200 gr ricotta senza sale
  • 80 gr zucchero
  • 89 gr cioccolato fondente ridotto in scaglie
  • Granella di pistacchio
  • Ciliegine candite

PREPARAZIONE

Farcitura

La ricotta deve essere stata preparata almeno un giorno prima dell’utilizzo e fatta scolare dal siero.

Setacciare la ricotta e mescolare con lo zucchero. Lasciare riposare due ore circa fuori dal frigo.

Sfince 

Versare in un tegame acqua, burro e sale e portare a bollore.

Togliere la pentola dal fuoco e versare tutta in una volta la farina setacciata, mescolare energicamente e rimettere sul fuoco per qualche minuto ancora. Versare in una ciotola e lasciare intiepidire.

Dopo circa 3 quarti d’ora, unire le uova all’impasto ed amalgamare per bene.

Scaldare l’olio e versare a cucchiaiate l’impasto, facendo per bene dorare le sfince.

Scolare su carta assorbente.

Tagliare ogni sfincia a metà e farcire con la ricotta. Decorare la parte superiore con altra ricotta, scaglie di cioccolato, granella di pistacchio e ciliegine.

 

 

 

Commenti recenti

    Archivi

    Categorie

    • Nessuna categoria

    Follow Us